VP - Verificazione Periodica

I misuratori sono muniti oltre che del prescritto sigillo fiscale anche di «targhetta di verificazione periodica» con termini di validità non scaduti, applicata ai sensi del punto 4.3 a seguito di verificazione periodica.

I misuratori sono sottoposti a verificazione periodica secondo la scadenza stabilita.
La verifica per la prima volta viene effettuata:
per i misuratori fiscali in servizio alla data di entrata in vigore del presente provvedimento, entro un anno dalla data stessa;
per gli altri misuratori fiscali: contestualmente al controllo di conformità ed in tal caso viene eseguito dall'ufficio finanziario competente o dal fabbricante abilitato, titolare del provvedimento di approvazione del relativo modello;
all'atto della messa in servizio del misuratore fiscale ed in tal caso la verificazione viene effettuata da laboratorio abilitato.



La verificazione periodica di un misuratore è effettuata, su richiesta ed a spese dell'utente che ne ha comunicato la messa in servizio ai sensi dell'art. 8 del decreto, nel luogo di funzionamento da uno dei soggetti seguenti, o nelle sedi dei soggetti medesimi: da un laboratorio abilitato, nel rispetto delle condizioni fissate dal provvedimento di abilitazione del laboratorio; dal fabbricante abilitato che sia titolare del provvedimento di approvazione del relativo modello; da un laboratorio di fabbricante abilitato che sia titolare del provvedimento di approvazione del relativo modello, ove il laboratorio medesimo sia espressamente menzionato nel provvedimento di abilitazione del fabbricante.

TARGHETTA (COLORE VERDE) DI ESEGUITA VERIFICAZIONE PERIODICA

I numeri delle colonne di sinistra e di destra indicano il mese di scadenza. Nella posizione contrassegnata con yyyy, deve essere indicato l'anno di scadenza. Sotto l'anno di scadenza deve essere riportato il sigillo o il logotipo del laboratorio abilitato insieme al numero identificativo dell'incaricato della verificazione. Per l'identificazione del mese di scadenza contrassegnare con una X e in buona evidenza il numero indicante tale mese. Sotto la scritta misuratore fiscale riportare il n. di matricola del misuratore. Tutte le iscrizioni devono essere indelebili.

TECNICO

Il tecnico e colui che effettua la verificazione periodica su incarico del laboratorio abilitato che ha affidato il sigillo identificativo approvato dall'Agenzia delle Entrate . L'impronta del sigillo identificativo deve essere disposta su due righe ed e' costituita da una sigla o dal logotipo del laboratorio (esclusivamente caratteri letterali senza segni di punteggiatura) e dal numero identificativo dell'incaricato stesso. Ad ogni tecnico viene attribuito un sigillo identificativo personale che deve essere utilizzato solo dal tecnico stesso.

MESSA IN SERVIZIO DEL REGISTRATORE DI CASSA

L'utente deve provvedere a comunicare all'Agenzia delle Entrate entro le 24 ore di messa in servizio del registratore di cassa inviando una copia con raccomandata. La dichiarazione deve essere redatta in duplice copia e contenere i dati identificativi: dell'utente, ragione sociale, sede, partita I.V.A., gli estremi che identificano il registratore di cassa, Produttore, modello, matricola, Gran Totale ed Azzeramento di partenza, i dati del laboratorio abilitato e del tecnico che ha effettuato la messa in servizio.

MEMORIA FISCALE

La memoria fiscale e saldata ermeticamente e contiene un componente elettronico interno in cui sono registrati i totali giornalieri, numero di azzeramenti e data. Non può essere né manomessa né tantomeno rimossa.

PERIODICITA' DELLA VERIFICAZIONE PERIODICA

La periodicità della «verificazione periodica» dei misuratori è annuale. 2. I misuratori sono sottoposti alla verificazione periodica entro la scadenza indicata dalla targhetta di verifica periodica.